Calcolo Giorni Fertili. Tutto Quello Che Devi Sapere

Calcolo Giorni Fertili. Tutto Quello Che Devi Sapere 4.67/5 (93.33%) 3 Vota Questo Articolos

Il calcolo del giorno più fertile è una modalità che si può usare sia per avere che per evitare una gravidanza anche se in questo ultimo caso non è molto attendibile. Se si desidera avere un bambino, il calcolo dei giorni migliori è certamente il primo passo in questa direzione.

calcolo giorni fertili

Prima di arrivare al calcolo giorni fertili è bene seguire alcune regole di base che certamente faciliteranno la nostra gravidanza. La prima regola è senza dubbio non avere fretta: lo stress e l’ansia di diventare genitore può non giocare a tuo vantaggio e diventare un vero e proprio ostacolo al concepimento. Va tenuto presente infatti che mediamente per rimanere incinta si ha bisogno di 7-8 mesi di tempo.

La seconda regola, ben più piacevole e facile da seguire, è quella di avere rapporti con il proprio partner almeno ogni 2-3 giorni.

Una volta memorizzate queste semplici accortezze, il calcolo del giorno più fertile diventa solo un modo aggiuntivo per poter ottimizzare le proprie possibilità di rimanere incinta. Il calcolo dei giorni migliori si basa sul processo dell’ovulazione e ha bisogno quindi per essere messo in pratica che tu conosca il tuo corpo e i suoi processi.

Il calcolo giorni fertili è possibile che avvenga sia attraverso l’aiuto di strumenti elettronici e digitali che puoi acquistare in farmacia che attraverso modalità naturali, sempre preferibili. E allora vediamo insieme quali sono questi modi per il calcolo giorni fertili che ti porterà a una gravidanza.

Stick per il calcolo dei giorni fertili

Gli stick per l’ovulazione che servono al calcolo giorni fertili funzionano come i test di gravidanza; lo stick va messo sotto il flusso di pipì per circa 5 secondi per poi leggere il risultato: le due linee che appaiono devono essere uguali per indicare che l’ovulazione è vicina e che le successive 24-36 ore sono le più fertili.

calcolo giorni fertili. stick ovulazione

Per avere un calcolo dei giorni fertili attendibile, il test va ripetuto per diversi giorni fino a quando non si otterrà il risultato positivo.

Tutti i metodi naturali che andiamo ad elencare per il calcolo giorni fertili si basano sul processo di ovulazione. Quando un ciclo mestruale è regolare, durante l’ovulazione infatti ci sono due giorni in cui le possibilità di una gravidanza sono maggiori: durante l’ovulazione infatti l’ovulo durante le sue 24 ore di vita transita attraverso le tube di Faloppio ed è lì che è possibile che avvenga la fecondazione con lo spermatozoo. Il calcolo giorni fertili quindi cerca di individuare quei giorni di transito durante i quali, i rapporti sessuali potrebbero avere un esito positivo.

Come puoi stabilire il giorno dell’ovulazione per il calcolo giorni fertili?

È facile, bisogna considerare la metà del proprio ciclo mestruale, chiaramente quando questo è regolare. In media l’ovulazione infatti avviene tra il 14 e il 15 giorno dopo l’inizio del flusso mestruale. Chiaramente il metodo del calcolo giorni fertili basato sull’ovulazione implica che tu abbia un ciclo regolare. Qualora non sia così e qualora tu abbia un ciclo non regolare, l’unico modo per poter accertarsi veramente della propria ovulazione e procedere al calcolo giorni fertili con precisione è rivolgersi a uno specialista.

calcolo giorni fertili. ovulazione

Per il calcolo dei giorni fertili infatti lo specialista eseguirà un monitoraggio ecografico e ti indicherà quali sono i giorni fertili, nei quali le possibilità di concepimento sono ottimizzate. È un processo abbastanza lungo e impegnativo quello del calcolo giorni fertili tramite monitoraggio ecografico, poiché le ecografie vanno eseguite tutti i giorni o a giorni alterni per l’osservazione diretta della grandezza del follicolo dominante, cioè quello da cui partirà l’ovulazione.

Metodo per il calcolo giorni fertili

Un altro metodo naturale con il quale procedere al calcolo dei giorni fertili è quello che si basa sul muco cervicale, ovvero quelle perdite trasparenti che aumentano quando ci si avvicina al momento dell’ovulazione prendendo la consistenza dell’albume di un uovo. Questo segnale indica il giorno del picco ed ecco fatto il calcolo dei giorni fertili. Il metodo del muco però implica una conoscenza molto approfondita del proprio corpo ed è influenzato dalla presenza di infezioni o disturbi a livello vaginale che possono alterarne la produzione e di conseguenza anche il calcolo dei giorni migliori.

Anche il terzo metodo naturale di cui ti vogliamo parlare per il calcolo dei giorni migliori ha bisogno che tu conosca molto bene il tuo corpo: è la temperatura basale, cioè la tua temperatura corporea appena svegli. Subito dopo il processo di ovulazione infatti questo valore sale di circa 0.5 gradi indicando quindi il giorno migliore per il concepimento.

La temperatura basale per il calcolo dei giorni più fertili è meglio prenderla per via vaginale e attraverso uno strumento digitale, più preciso a rilevare anche le variazioni più minime di temperatura. Anche in questo caso così come per il muco, il calcolo dei giorni più fertili funziona solo hai un sonno regolare e non sei affetta da disturbi legati allo stress, perché in questo caso la temperatura potrebbe essere alterata anche senza l’ovulazione.

Il calcolo giorni fertili può certamente darti una mano nel tuo progetto di diventare genitore, ma non può fare miracoli. Per il vero miracolo della nascita di un bambino serve pazienza e una buona conoscenza del proprio corpo e dei suoi meccanismi.

Sandra Gilaberte

Articoli correlati

Ancora nessun commento.

Lascia un commento